Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Uomini del nostro tempo’ Category

Da Pratoblog di oggi, 7 Gennaio 2009.

di Giacomo Fiaschi

Tunisi, 7 gennaio 2009 – Era da due anni che su questo modesto ma onesto giornale mi era stato dato più volte spazio per informare e lanciare un allarme sullo stato di emergenza della Bibliotéque de Recherche dell’Institut des Belles Lettres Arabes di Tunisi, il più antico e prestigioso centro di documentazione per il dialogo fra le civiltà delle due sponde del Mediterraneo. (altro…)

Read Full Post »

L'Adorazione Danzante. Schizzo di Alberto Bogani

La danza come forma di preghiera.

di Giacomo Fiaschi

Ero in compagnia del Maestro Alberto Bogani quando ho visto in tv la danza delle sorelle intorno all’ostensorio. Alberto si trova in Tunisia dove, da oltre un anno, è impegnato nella realizzazione del ciclo di pitture murali della chiesa parrocchiale di Sant’Agostino a la Goulette. Quando ha visto la danza è rimasto molto colpito e gli ho chiesto (molto sfacciatamente) se poteva farmi uno schizzo a matita (foto a sinistra). (altro…)

Read Full Post »

L’IBLA di Tunisi: il futuro incerto di un Istituto dal passato glorioso. (Video)

di Giacomo Fiaschi

Quando ho chiesto all’autista del taxi di raggiungere Place du Leader sembrava che gli avessi chiesto di andare su Marte. Il brav’uomo non aveva la più pallida idea di dove si trovasse quel luogo e così, trovandomi anch’io nella sua stessa situazione, non mi è restato altro da fare che chiedere lumi a padre Gian Battista Maffi, che mi stava aspettando all’Institut des Belles Lettres Arabes, l’IBLA, per avere qualche indicazione in più da dare all’autista. (altro…)

Read Full Post »

CITTA’ DEL VATICANO, 16 NOV. 2009 (VIS).
Questa mattina il Santo Padre Benedetto XVI ha compiuto una Visita al Palazzo della F.A.O. Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura), in occasione dell’apertura del Vertice Mondiale sulla sicurezza alimentare. (altro…)

Read Full Post »

benedettoXIV_a_viterboIl Papa: Cristiani in politica seguendo il Vangelo.
Viterbo, 6 Settembre 2009

(Ansa)

All’inizio della sua omelia nella Valle di Faul, a Viterbo, Benedetto XVI si è rivolto “con deferenza” alle autorità, citando, nell’ordine, “i rappresentanti del Parlamento, del Governo, della Regione e della Provincia, ed in modo speciale il sindaco della città, che si è fatto interprete dei cordiali sentimenti della popolazione viterbese”. Alla celebrazione assiste, in prima fila, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, mentre non è presente alcuna alta autorità del Parlamento. “Il deserto più profondo è il cuore umano – ha detto Benedetto XVI nella sua omelia nella valle di Faul, a Viterbo – quando perde la capacità di ascoltare, di parlare, di comunicare con Dio e con gli altri”. (altro…)

Read Full Post »

francescopredicauccelliA prescindere -nel rispetto dell’intelligenza di chi legge- da ogni considerazione nel merito, analizziamo questa dichiarazione di Silvio Berlusconi a margine dell’affaire Feltri-Boffo:

Dalle agenzie di stampa del 4 settembre 2009:
Al termine della visita al Comando Operativo Interforze all’aeroporto romano di Centocelle il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha risposto così ai giornalisti che lo hanno avvicinato interpellandolo sulle dimissioni del direttore dell’Avvenire Dino Boffo.
”Credo che possiate leggere sui giornali di oggi tutto il contrario della realtà – ha spiegato il premier – abbeveratevi della disinformazione di cui siete protagonisti”.

Qui il nostro ha dimostrato tutta la sua abilità nel dribblare l’avversario, con un autentico colpo d’ala che ne fa un vero genio della comunicazione. Se chi ha ascoltato queste parole fosse qualcuno appena sbarcato da Marte non crederebbe né ora né mai cha a pronunciarle sia stato il vero padrone e fondatore del maggior network televisivo e del giornale che ha scatenato il putiferio di questi giorni.
Ma quello che è giusto è giusto, bisogna riconoscerlo: come San Francesco, anche lui sa come parlare alle bestie e farsi intendere da loro.
C’è da osservare, tuttavia, che rispetto al Santo, egli ha una marcia in più: quando  parla agli uccelli è capace di farlo in modo selettivo.
Mentre San Francesco, infatti, si rivolgeva indistintamente a tutti i volatili, egli distingue fra uccello e uccello. Lui  sceglie solo merli, allocchi e galline. Evidentemente spera, in questo modo, di fare il pieno di voti, anche cattolici, alle prossime elezioni.
Non sarà perché pensa (e magari qualcuno glielo ha permesso) che Chiesa Italiana sia un pollaio?

Read Full Post »

Don Primo Mazzolari

Don Primo Mazzolari

Chi capisce come dev’essere presente la Chiesa in questa svolta della storia capisce anche ciò che la sua carità può sopportare e ciò che non può sopportare proprio in nome della stessa carità. Ripeto: in nome della carità, poiché la rivoluzione cristiana, l’unica che può essere giustificata anche davanti alla storia, più che da diritti conculcati o offesi nasce da doveri suggeriti e imposti al nostro cuore dalla carità che ci lega al nostro prossimo. Chi più ama è potenzialmente l’unico e vero rivoluzionario.

. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »